il blog

La casta a teatro


la casta a teatroComincia un nuovo anno e come sempre i buoni propositi si sprecano. Arriverà il prossimo 31 dicembre e si tireranno le somme.I soliti noti saranno sempre al loro posto e ci si lamenterà della mancanza di nuove proposte.Mi viene da ridere quando leggo che non se ne può più di vedere a teatro sempre le stesse cose e che la qualità degli spettacoli è in caduta libera. Mi viene da ridere perchè gli stessi che si lamentano sono quelli che poi non danno spazio a chi non ha fatto almeno un passaggio in un reality.Avessero almeno la dignità di stare zitti. C’è del buon teatro, ci sono buone proposte, ma è importante che non si vedano. Il pubblico deve essere abituato alla mediocrità. Perchè solo così i mediocri possono avere un pò di  popolarità. Il nostro è un tempo di caste e la peggiore di tutte è quella dei cosiddetti “intellettuali”. Arroganti e presuntuosi non si curano della società nella quale vivono. Non hanno idee politiche, ma amici politici dai quali ottengono favori e privilegi alla fiera della mediocrità. E di fronte allo sfascio generale e culturale restano muti o si limitano a blaterare qualcosa di assolutamente scontato e inutile.E’ difficile parlare con la bocca piena…

Elisa Farina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...